Tita Gobetti - Mirror Coach

Cosa vuoi vedere?

mirror-coach-quasimodo-notredame-bellezzaCiao Esmeralda, che posso fare per te?                                                                                                         
-Ciao Specchio come stai? Sono appena giunta dalla Ville Lumiere (ti saluta la Senna!) e ti porto un' Ispirazione.                                                                                                                               
Grazie carissima, dimmi!                                                                                                                         
- Chiedi ai tuoi Lettori di alzarsi ogni mattino facendosi una semplice domanda: "Cosa voglio VEDERE oggi? Quali Emozioni voglio vivere? Voglio guardare con gli occhi della rabbia, paura, piccolezza e attaccare il mondo (che non è mai "fuori" di me) con un giudizio, oppure VOGLIO CHIEDERE al mio Cuore COME osservare con Amore? Cosa posso donare di gioioso a chi incontro e a me ? Con pazienza,sono disposto a  cercare  la Bellezza anche dove è più difficile scorgerla, per poter mostrare all' altro che ha dentro di se' Qualcosa di Santo? Solo quando gliela specchio l' altro potrà, se l' accetterà, scorgere questa Bellezza e credervi.                                                                                                                                                             
Hai ragione Esmeralda. Io lascio il Dono di una Parola, di una carezza, anche di uno scrollone che abbia lo SCOPO di ridestare la Forza di vivere con Gioia….Metto accanto a chi dorme e ha timore di svegliarsi da un brutto sogno, il mio sorriso…L' altro lo accetterà quando sarà pronto il Tempo  di  perdonarsi i suoi incubi e lasciarsi  alle spalle il Passato, che non esiste più.                                                                                    
- Certo Specchio! Perdonarsi è ricordare in modo deliberato e selettivo solo i gesti amorevoli e lasciar andare il resto. Abbraccia chiunque come se incontrassi Cristo, perché è Lui che Vedi,  è in Lui che ti specchi,  anche se l' altro non lo ricorda e crede di essere gobbo, lacero, misero. Anche se  si nasconde per paura di leggere negli occhi del mondo una vergogna che non è…non è…Il suo ricordare è tuo.                                                                                                                                                                                                                                   
"Ogni incontro è un incontro santo: come vedrai l' altro, così guarderai te stesso..ricordalo sempre perché vi perderete o vi ritroverete insieme"….E' Gesù,  il mio amato Amico non Immaginario che parla nel suo Corso In Miracoli. Un Miracolo è un Altro modo Di Vedere. A Dieu Esmeralda... e salutami il caro  Quasimodo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

© Tita Gobetti | Tel 030 2523635 | Mappa del sito | Privacy | Realizzato da jointhebiz

You are here Per lei Cosa vuoi vedere?