Tita Gobetti - Mirror Coach

Che la Bocca dica il vero

mirror-coach-boccadellaverita-roma-Ma che fai tu qui? Sei una "cosa"! 
-Anche tu sei una "cosa", Specchio schizofrenico delle mie ganasce…Lo dichiari come fosse un insulto! Io sono come  tu vuoi vedermi, esattamente come te! 

Scusa, hai ragione, perdonami, mi spiace, ti voglio bene Bocca della Verità.
-"…e Hoponopono a te! Guarda che le conosco anche io le tecniche ti repulisti energetico-mentale, carino!Sono qui proprio perché, a causa loro, io sono solo soletto, nell' afosa  Città Imperiale e quasi nessuno viene più a infilarmi le dita in bocca. Le persone hanno più paura del solito  oppure  sono diventato obsoleto, Specchio? Da tombino che fui  in epoca antica, ero utile: inghiottivo l' acqua piovana e rappresentavo una divinità fluviale. Poi  ho fatto carriera e mi sono ben conservato nel tempo  come  Idolo.  Ma  adesso….la mia fama è usurpata da una moltitudine di fattucchiere, visionari, ipnotisti, psicologi,  ciarlatani e profeti di ogni genere che dicono di conoscere tutti  la Verità.

Insomma, ti infastidisce la concorrenza Bocca? Guarda che c'è spazio nell' universo! Altrimenti aggiornati, emergi, fai restyling.
-"Forse sono solo  perché si è sparsa la voce che non succede un tubo infilandomi la mano in bocca…non c'è più pathos!"

Può essere. E' sempre infatti la stessa storia. Oppure cosa credi  ti manchi?
-"Una volta venivano le coppiette a scherzarci e amoreggiare  davanti a me, prima di andare a farsi un giro ai Giardini di Villa Borghese. E' arrivato pure  in Vespa Gregory  Peck a spaventare la deliziosa Audrey nel film  "Vacanze romane". Ora niente!

Non ti stai forse lamentando? Allora abdichi il tuo potere ed è è QUESTO  che allontana l' amore.
-"Che non ci sia abbastanza amore,in quest' epoca,  Specchio?"

Se hai questo pensiero vediamo di guardarcelo per bene!  Cosa era che richiamava gli innamorati a farsi fotografare mentre ti gastroscopizzavano con la mano?
-"L' amore?!?"

Certo. E anche?
-"Un po' di finta paura?"

Credo di sì. La Verità è che finora sono andate  sempre in coppia quelle due emozioni:  quando la paura scompare e diventa CORAGGIO, ritorna  a essere quello che è sempre stata: AMORE. Non è perfetto? E tu  Bocca, sei lo strumento di questa Metamorfosi. Complimenti.
-"Che interpretazione! Mi confà.  Paura di Amare, di essere quello che si E' in Verità. Un saccco bbbello!  E chi ha ORECCHIE per intendere, intende. Stamme bene,   Specchio.... e mi piacerebbe avessero il coraggio di darmi un bacino, ogni tanto."

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

© Tita Gobetti | Tel 030 2523635 | Mappa del sito | Privacy | Realizzato da jointhebiz

You are here Per lei Che la Bocca dica il vero