Tita Gobetti - Mirror Coach

LE LEGGI

mirror-coach-montagne_russe-volareCiao Gesù, come stai? Lo sai che sei il mio coach preferito?                             
- Certo che lo so e sto da Dio, grazie…sto sempre Lì. Tu Specchio sei un po' offuscato oggi,  mi pare: hai attraversato qualche ombra più densa?                                                                                                                       
Non c'è differenza fra un' ombra leggera o una pesante: so che  sono allucinazioni entrambe e che,  come insegni tu, non c'è perciò  ordine di difficoltà fra un Miracolo o un altro.                                                                  
- Certo: ricordarlo significa  ripristinare  la Realtà di quello che Sei: un Raggio del medesimo  mio Sole.   Solo creando insieme,  con amore, da noi  nascono i   Miracoli: solo condividendo uno Scopo comune di crescita. Come quando vi ritrovate in Gruppo per farvi più chiarezza e darvi reciproca Forza e Aiuto.                                                                     
A volte chi si specchia mi riporta grandi ondate di paura, che è sempre anche la  mia: la paura più grande è quella di SALIRE in alto, più che  il conseguente rischio di cadere. Dimmi cosa dire in questi casi.                                                                                                                    
- Ricordi le prime due  Leggi dello Spirito Santo del mio Corso In Miracoli?  "Per avere dai tutto a tutti" e soprattutto "Per avere PACE insegnala, cosicchè tu possa impararla".Non hai da dire molto..hai da trasmettere la tua Fiducia in chi si specchia,  fargli domande sulle sue paure più nascoste, per sbriciolarle facendogli trovare soluzioni e   lasciando  che l' altro  accetti di agirle  quando è pronto. Fine. La voce della paura è un' allucinazione: se stai nel Presente lo vedi… E non puoi aspettarti che la paura ti dica gentilmente "guarda Ciccio che non sono vera!!" La Vita in fondo è un' Otto Volante: quando sali provi una deliziosa emozione proprio perché  poi scenderai e risalirai. E' un Su è Giù divino. Oppure ti piacciono le stagnazioni?                                                                                                                          
No che non le amo. E adesso che mi illumini SO  che CIO' che  è SBAGLIATO  è semplicemente quello che non mi ha reso felice, sulla distanza: le paludi… e che le discese più vertiginose sono state sempre  foriere di picchi gioiosi. Grazie, Gesù e arrivederci.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

© Tita Gobetti | Tel 030 2523635 | Mappa del sito | Privacy | Realizzato da jointhebiz

You are here Per lui LE LEGGI